#ISSUE86



Iran | Malacarne | Koh Pich
Oltre le sbarre | Bakur | Stifelius
Circus | The happy show | Bushwick

World Press Photo

Come accade ormai puntualmente da qualche anno, la proclamazione dei vincitori del World Press Photo è stata l'occasione per scatenare sterili e inutili polemiche sul tipo di fotogiornalismo premiato. Semplificando, a fronteggiarsi sono due visioni diverse. La prima, se vogliamo più classica, identifica con il reportage lavori duri, diretti e senza filtri; la seconda promuove una fotografia più delicata, capace di trattare in punta di piedi anche temi forti e che in generale preferisce la metafora alla realtà nuda e cruda.

Detto che siamo convinti che un pluralismo di visioni non può che far bene al fotogionalismo stesso e ribadito che non è il contenitore formale l'elemento centrale, bensì il suo contenuto, crediamo che la giuria di quest'anno non avesse altra scelta che premiare lo scatto di Burhan Ozbilici come foto dell'anno. In un premio come il World Press Photo infatti, le scelte non sono fatte solo ed esclusivamente in termini estetici ma anche e soprattutto in termini di contenuti. L'immagine drammatica dell'attentatore che ha appena sparato all'ambasciatore russo in Turchia uccidendolo, è letteralmente un pezzo di storia che riassume in sé molto di più del solo fatto di cronaca che racconta. Questa fotografia è l'icona perfetta dell'anno appena conclusosi. Drammatica, dura, talmente vera da sembrare fiction e, soprattutto, capace di raccontare in un solo scatto tutta la tensione politica e la violenza di quella polveriera che è diventata la Turchia: teatro di un tentativo di golpe cui è seguita una repressione senza precedenti, crocevia di conflitti vecchi e recenti, baricentro politico di un equilibrio nuovo tra le potenze che ambiscono a controllare la grande area che si estende dall'Iraq alle ex repubbliche sovietiche, per arrivare fino alle porte dell'Europa.

Giusto così, dunque, anche perché facendo un passo indietro per allargare il proprio orizzonte, dalla foto di Buhran Ozbilici all'intero mosaico composto da tutti i lavori premiati, ne esce un quadro che conferma una volta di più l'importanza del fotogiornalismo, straordinario strumento di informazione, capace ancora oggi di raccontare la storia anche attraverso una sola immagine.


Amedeo Novelli

Next

Iran, la rivoluzione moderna

di Gimmi Corvaro

L’Iran è oggi un Paese in bilico tra il retaggio della Rivoluzione Islamica, la voglia di cambiamento che si diffonde nella società e i vincoli posti ai cittadini, soprattutto le donne. Esse non sono solo vittime dell’ideologia religiosa ma rappresentano una delle voci più critiche contro il sistema

Leggi l'articolo

Malacarne

di Francesco Faraci

Le immagini tratte dal libro di Francesco ci portano nel cuore dei rioni popolari di Palermo. Un viaggio oltre il confine invisibile che divide la città in due, guidati dai sorrisi e dalla voglia di vivere dei bambini che ne animano strade e vicoli

Leggi l'articolo

Koh Pich o l’isola del Diamante

di Marylise Vigneau

In una piccola isola, a Phnom Penh, rampanti imprenditori e giovani sognanti si muovono tra complessi immobiliari di lusso e spazi eclettici

Leggi l'articolo

Oltre le sbarre

di Massimo Podio

Detenuti-attori e studentesse-attrici insieme per un laboratorio teatrale nel Carcere di Rebibbia – Terza Casa

Leggi l'articolo

Bakur, immagini di un popolo resistente

di Grazia Bucca

Siamo a Bakur, la regione comunemente intesa come la Turchia meridionale, abitata da persone di lingua curda, dove da anni si sta combattendo una guerra nascosta ma non per questo meno sanguinosa

Leggi l'articolo

Stifelius

di Domenico Tangro

La Processione dei Misteri, che si svolge all’alba del Venerdì Santo a Bitonto, è un rito antico e affascinante. Il lavoro di Domenico Tangro mette in luce una sacralità spesso dimenticata, scandita da una ritualità che mantiene viva la tradizione

Leggi l'articolo

Circus

Fotografie di Emanuele Giacomini

Ognuno di noi custodisce nella propria mente spazi immensi e inesplorati, dove si racchiudono i nostri desideri e sentimenti più reconditi, che non perlustriamo mai, perché ciò che potremmo trovare ci atterrisce e paralizza

Leggi l'articolo

The happy show

di Giulia Mangione

La Danimarca è fra i paesi più felici del mondo? Il progetto di Giulia Mangione indaga la società danese alla ricerca di quelle statistiche che la considerano ai primi posti in classifica

Leggi l'articolo

Bushwick

di Tommaso Sacconi

Dopo decenni passati da quartiere dimenticato, nel quale era pericoloso persino uscire di casa dopo il tramonto, Bushwick cambia pelle, diventando oggi terra di richiamo per giovani e artisti

Leggi l'articolo

#86

Witness Journal
Registrazione Tribunale di Milano
n. 257 del 16.04.2007

Direttore responsabile - Amedeo Novelli
Caporedattore - Matilde Castagna
Photo editor - Giulio Di Meo

Redazione
Davide Barbera, Cosimo Calabrese, Valeria Ferraro, Simone Luchessa, Andrea Mancuso, Veronica Molese, Michela Morelli, Antonio Oleari, Laura Pezzenati

Editore - Witness Journal APS
Provider - KOLST


COME PARTECIPARE
Witness Journal è un progetto aperto al contributo di tutti, ma si basa comunque su una serie di “regole” il cui rispetto permette di tutelare sia la redazione, sia il fotografo. Ecco quali sono.

Ogni proposta deve avere i seguenti requisiti:
a) l'originalità delle opere
b) la piena titolarità dei diritti d'autore e di ogni altro diritto
c) le eventuali liberatorie dei soggetti ripresi
Inviando le immagini, implicitamente, l'autore si assume inoltre ogni responsabilità circa la conformità del proprio lavoro ai suddetti requisiti, escludendo da ogni responsabilità in proposito l'editore.

Ogni progetto candidato dovrà essere composto da:
1) da 15 a 30 immagini (i file originali con i dati EXIF)
2) un testo in italiano di massimo 3.000 battute

I testi dovranno aiutare a fornire al lettore il contesto dei fatti, ma non devono contenere analisi o giudizi di parte. La redazione svolge un compito esclusivamente tecnico di revisione dei testi in termini di forma, stile e impaginazione, e fa ciò senza mai intervenire sul significato dei contenuti veri e propri.

Diritto d'autore
I diritti d'autore delle immagini restano di totale proprietà del fotografo. All'editore è però concesso e riconosciuto il diritto di pubblicazione.

Next